“StartUp per Milano 2020, domande entro l’1 Dicembre

“StartUp per Milano 2020, domande entro l’1 Dicembre

Con il bando StartUp per Milano 2020, il Comune di Milano incentiva la nascita o il rafforzamento di imprese startup innovative che contribuiscano alla realizzazione della strategia di adattamento “Milano 2020” attraverso lo
sviluppo di prodotti e/o servizi con un elevato contenuto di innovazione.

Chi può presentare domanda di partecipazione?

Il bando si rivolge a:

  1. Startup innovative già costituite e Startup innovative a vocazione sociale registrate nella sezione speciale del Registro Imprese della CCIAA di Milano, Monza Brianza e Lodi ed aventi sede operativa a Milano;
  1. Aspiranti imprenditori che si impegnano a costituire una nuova startup innovativa in caso di esito positivo della call e registrarla nella sezione speciale del Registro Imprese della CCIAA di Milano, Monza Brianza e Lodi con sede operativa a Milano, entro 90 giorni solari dalla determinazione di approvazione della graduatoria dei beneficiari.

Quali progetti possono partecipare?

I progetti potranno riguardare ogni ambito della vita sociale, economica e culturale della città, direttamente o indirettamente connessi alla realizzazione della strategia di adattamento “Milano2020”.
Particolare attenzione verrà riservata alle proposte riguardanti i servizi alla salute sul territorio, i servizi digitali per cittadini e imprese, i sistemi di logistica per la distribuzione delle merci.

I progetti dovranno svilupparsi sul territorio del Comune di Milano e concludersi entro 18 mesi dalla determinazione definitiva di concessione.

Quali sono gli incentivi previsti?

Il bando sostiene le imprese prevedendo:

A. contributi a fondo perduto a parziale copertura dei costi di investimento e fino ad un massimo di 40.000 euro;
B. per le nuove imprese, contributi a fondo perduto per una quota fissa di 10.000 euro, per eventuali spese ammortizzabili di Ricerca e Sviluppo utili all’avviamento dell’attività, da acquisire esclusivamente presso uno degli incubatori certificati dal Ministero per lo Sviluppo Economico con sede a Milano.

Il Comune finanzia progetti imprenditoriali del valore massimo di € 50.000 con una intensità di aiuto pari all’80% del costo di progetto e quindi fino ad un massimo di € 40.000 euro di contributi a fondo perduto in conto capitale.

Nel caso in cui le nuove startup ritengano di avvalersi di servizi di Ricerca e Sviluppo della quota fissa di 10.000 euro da acquisire
esclusivamente presso uno degli incubatori certificati il valore massimo finanziabile del progetto può aumentare fino a 62.500 euro, con un’intensità di aiuto pari all’80% del costo di progetto e quindi fino ad un massimo di 50.000 euro di contributi a fondo perduto in conto capitale.

Iter di valutazione e deadline

Le domande dovranno pervenire via PEC entro e non oltre le ore 10,00 del giorno 1 dicembre 2020.

Silvia Marvulli

Laureata in Ingegneria Gestionale al Politecnico di Milano, inizia il suo percorso professionale nel 2006 come ricercatrice per l'Istituto di Tecnologie Industriali e Automazione del CNR dove collabora e partecipa a diversi progetti europei. Nel 2010 diventa consulente in ambito finanza agevolata occupandosi di scouting delle opportunità di finanziamento di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione, predisposizione delle proposte progettuali, rendicontazione e gestione dei progetti fino alla loro conclusione. Nel 2016 consegue un Master in Europrogettazione presso la Venice International University.

More Posts

Follow Me:
TwitterLinkedIn

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.